Albi Professioni Sanitarie. Sollecito emanazione Decreti Attuativi Commissioni d’Albo e Consigli Direttivi

Ricevi già la nostra newsletter? Se non la ricevi e sei interessata/o ai contenuti del Blog, registrati, utilizzando il box presente qui a fianco. Sarai così sempre periodicamente aggiornata/o su quanto viene pubblicato.

Il Presidente dell’Ordine dei Tecnici Sanitari di Radiologia Medica e delle Professioni Sanitarie Tecniche, della Riabilitazione e della Prevenzione (TSRM-PSTRP), Alessandro Beux, ha fatto pervenire al Ministero della Salute una lettera di sollecito, affinchè l’istituzione degli Albi delle Professioni Sanitarie, stabilita dalla legge 3/2018, faccia un ulteriore passo avanti, permettendo a quei professionisti che si sono fino ad ora iscritti, di poter finalmente eleggere, per le diverse Professioni, i loro Rappresentanti, in modo da rendere così operativo il loro Albo. Ecco il testo.

Ft. Romualdo Carini

Fisioterapista e Giornalista Pubblicista

Responsabile Blog

Roma, 13 giugno 2019

Al Direttore generale delle professioni
sanitarie e risorse umane del Ssn
Ministero della salute
Dott.ssa Rossana Ugenti

Oggetto: decreti attuativi sulla composizione delle Commissioni d’albo e dei Consigli direttivi e supporto per ravvedimento operoso.

Gentile Direttore,

a quasi un anno dall’avvio del processo di iscrizione dei Professionisti Sanitari agli albi di cui al DM 13 marzo 2018, sono più di 150.000 quelli che hanno presentato domanda e più di 100.000 quelli che hanno concluso l’iter.

Un’opera rilevante, sia da un punto di vista quantitativo che qualitativo, che ha gravato e grava soprattutto sui Presidenti e sui Consigli Direttivi degli Ordini TSRM PSTRP, sempre supportati dalle Associazioni maggiormente rappresentative e dai loro designati.

Al fine di perfezionare l’opera intrapresa a seguito dell’entrata in vigore della legge 3/2018, risultano ora urgenti due contributi ministeriali: l’emanazione dei Decreti Attuativi sulla composizione delle Commissioni d’albo e dei Consigli direttivi e il necessario supporto per la realizzazione del “ravvedimento operoso” per quei professionisti che, seppur tenuti a farlo, non hanno presentato la domanda di iscrizione nell’anno 2018.

Relativamente ai primi, che ci dicono essere stati sottoscritti dal Ministro, restiamo in attesa della loro pubblicazione in Gazzetta Ufficiale; relativamente al secondo, confidiamo in una quanto più rapida risposta alla nostra nota protocollo n. 1302 dello scorso 7 maggio, in modo da poter risolvere i sempre più numerosi contenzioni che le Aziende sanitarie stanno aprendo nei confronti di coloro che hanno proceduto tardivamente con la domanda di iscrizione e, correttamente, dichiarato di aver esercitato nel secondo semestre del 2018.

In attesa di un suo cortese riscontro, si inviano cordiali saluti.

Il Presidente

Alessandro Beux

Postato il 19 giugno 2019