Menu Chiudi

Formazione Universitaria: le aspettative da soddisfare (di Tiziana Nava, Dottore in Fisioterapia)

Ricevi già la nostra newsletter? Se non la ricevi e sei interessata/o ai contenuti del Blog, registrati, utilizzando il box presente qui a fianco. Sarai così sempre periodicamente aggiornata/o su quanto viene pubblicato.

Formazione Universitaria: le aspettative da soddisfare

di Tiziana Nava, Dottore in Fisioterapia

Candidata Lista “FISIOTERAPISTI OGGI” per l’Albo Fisioterapisti dell’Ordine TSRM -PSTRP di Milano, Como, Lecco, Lodi, Monza Brianza, Sondrio

“…..per un voto D.O.C.”

a Denominazione di Origine Controllata

 

Ai nostri giorni, la letteratura internazionale considera ormai il Fisioterapista come un professionista esperto, in grado di comunicare non solo con il paziente, ma anche in un contesto più allargato di interdisciplinarietà professionale.

La Formazione diventa, in questo modo, un momento fondamentale, che deve permettere al Fisioterapista di acquisire quelle conoscenze che vanno oltre la valutazione distrettuale, deve considerare la persona nella sua globalità psico-fisica.

Questo processo comprende una capacità conoscitiva che si fonda su un’ottica bio-psico-sociale, dove la persona viene considerata e valutata non solo negli aspetti correlati alla malattia, ma in una visione più ampia, nella quale rientrano i fattori contestuali.

La Formazione Universitaria deve così necessariamente uniformarsi agli standard internazionali, passando a cinque anni, per assicurare agli studenti una preparazione completa, assimilata ed elaborata in modo esaustivo, con una tempistica adeguata per una approfondita conoscenza.

Questa prassi metodologica, diventa la condizione necessaria per poi accedere ai Master post Laurea, nei quali i Fisioterapisti riconoscono un interesse specifico ed ampliano il loro sapere, approfondendo contenuti presenti nei Corsi di Laurea, ma che sono stati trattati solo come conoscenza generale sull’argomento.

L’aggiornamento ottenuto con i Master, deve poi continuare anche con corsi specifici, che si avvalgono dei crediti formativi ECM, proposti da società scientifiche composte da esperti in materia.

La Formazione specifica, specialistica, deve quindi considerare il Fisioterapista non come un “recipiente” da riempire di contenuti, ma una persona che, attraverso un processo attivo, sviluppa le conoscenze necessarie per un “razionale terapeutico”, con al centro la persona malata e i suoi bisogni.

In tal senso la Formazione del Fisioterapista deve partire da lui come persona, con le sue conoscenze, aspettative, expertise e criticità, per poter analizzare e valutare il paziente in modo corretto.

La Formazione, in questo senso, deve prevedere percorsi che garantiscano non solo l’acquisizione di tecniche, affiancate e supportate dall’EBM, ma processi di analisi e valutazione quale base metodologica per individuare i razionali terapeutici.

La Formazione fisioterapica deve essere in grado di valutare la prevenzione primaria, secondaria e terziaria, per coprire in modo esaustivo tutti gli ambiti terapeutici di interesse riabilitativo. Questo è facilmente comprensibile in patologie degenerative, per le quali la prevenzione gioca un ruolo primario sulla qualità della vita del paziente.

A tal fine la Formazione ritengo debba sviluppare temi importanti, quali l’informazione e l’educazione al paziente, che si basano sulla conoscenza scientifica del Fisioterapista accompagnata dalla pratica. Il contesto comunicativo è la condizione affinché il percorso riabilitativo rientri a tutti gli effetti nell’ambito terapeutico.

E’ solo attraverso la specificità, che il Fisioterapista può garantire l’etica professionale nell’appropriatezza scientifica terapeutica. Si devono garantire percorsi formativi teorico-pratici per una specificità terapeutica, percorsi formativi nei quali viene superato il concetto della sola lezione frontale, per passare ad un reale sapere scientifico basato su contenuti aggiornati e innovativi.

La strategia da scegliere è la comunicazione, che si affianca a informazione, educazione e riabilitazione. Il Fisioterapista esperto e formato, deve avere le qualità necessarie e la capacità per stabilire l’interrelazione tra lui e il paziente su una base scientifica reale.

DENOMINAZIONE – Nata a Sesto San Giovanni l’8 gennaio 1953. Iscritta all’Albo della professione sanitaria di Fisioterapista presso l’Ordine TSRM-PSTRP di Milano – Como – Lecco – Lodi – Monza Brianza – Sondrio al n.876. Vive a Sesto San Giovanni con la famiglia. Le piace viaggiare e andare a teatro; è amante della musica, soprattutto jazz.

ORIGINE – Dopo l’abilitazione magistrale, ha conseguito nel 1981 il Diploma della Scuola per Terapisti della Riabilitazione presso l’Università degli Studi di Milano; nel 2005 ha conseguito la Laurea in Fisioterapia presso l’Università di Chieti.

Dal 1971 lavora alla propria formazione attraverso corsi di aggiornamento su metodologie, pratiche scientifiche e specializzazioni in campo di fisioterapia, psicologia, educazione e relazione terapista-paziente. Corsista presso l’Universitè Internationale Permanente de Therapie Manuelle S. Mont, in Francia, ha inoltre seguito seminari presso Associazioni prestigiose, quali l’Istituto Ciechi di Milano, l’Associazione Italiana Fisioterapisti della Regione Lombardia e l’Associazione Internazionale M.C.T.A. Fisioterapista posturologa specializzata nella riabilitazione delle patologie reumatiche, è libera professionista.

CONTROLLATA – Da 30 anni collabora come Docente presso varie Università Italiane e straniere, tenendo corsi semestrali e annuali, attività elettive e relatrice in tesi triennali e magistrali per corsi di Laurea e Master.

Dal 2000 è Docente al corso di “Valutazione e riabilitazione in ortopedia e reumatologia” presso l’Università Statale Bicocca di Milano; è stata Docente Master e Membro del Comitato ordinatore dell’Università degli Studi di Firenze, Facoltà di Medicina e Chirurgia. Dal 2018 insegna presso l’Università degli Studi, Facoltà di Medicina e Chirurgia Vita e Salute San Raffaele di Milano e presso l’Università Tor Vergata di Roma. Ha partecipato come Relatrice a più di 100 Congressi e Convegni nazionali e internazionali, con relazioni e presentazioni sui temi della riabilitazione reumatologica e del dolore.

Consulente di fisioterapia e riabilitazione reumatologica presso Enti sanitari pubblici e Aziende multinazionali, come l’Azienda Ospedaliera Niguarda Ca’ Granda, e il Centro IRCCS Multimedica di Milano. Collabora con Associazioni nazionali di malati reumatologici, tra cui ANMAR, AISpa, Gils e Sjoegren, per la stesura di protocolli, linee guida e libri bianchi rivolti ai pazienti e ai professionisti della salute.

A livello istituzionale, l’Istituto Superiore della Sanità nel 2006, il Ministero della Salute nel 2014 e la Direzione Generale Welfare della Regione Lombardia nel 2017, l’hanno coinvolta in progetti nazionali e regionali di programmazione sanitaria e assistenziale, riconoscendo nelle sue competenze una linea guida importante per il tracciamento delle direttive della Sanità del futuro.

Fondatrice del Gruppo di Interesse Specialistico (GIS) dell’AIFI della Riabilitazione Reumatologica e Responsabile per 11 anni. Dal 2018 è anche Referente Nazionale per la Formazione del Registro Nazionale delle Professioni Sanitarie della Riabilitazione (R.I.R.).

Fa attualmente anche parte di Gruppi di lavoro internazionali, tra cui il Gruppo di studio Foot and Ankle e il Patient Education Study Group (STOPE) di EULAR, la Lega Europea contro i Reumatismi. E’ membro e collaboratrice di Società Scientifiche nazionali di rilevanza internazionale, quali SIF, AIFI, CREI, AMuRR, e membro del Comitato editoriale di Editrice Universo. È autrice del volume “La riabilitazione delle patologie reumatiche – approccio integrato”, e ha alle sue spalle numerose pubblicazioni scientifiche e collaborazioni editoriali nazionali e internazionali. Si è inoltre occupata di divulgazione e informazione, pubblicando, su riviste e testate giornalistiche quali il Corriere della Sera, Salute Donna, Adnkronos Salute, Corriere del Ticino, oltre a magazine e testate online quali Doctor 33, Pharma Star, Essere Donna e Corriere della Sera Salute. È comparsa sulle reti radio e televisive locali e nazionali, quali Rete 4, Radio Saronno e Radio in Blu.

PER SAPERNE DI PIU’ SU PROGRAMMA E ALTRI CANDIDATI:

Manifesto Lista FISIOTERAPISTI OGGI: “…..per un voto D.O.C.” a Denominazione di Origine Controllata

ARTICOLI CORRELATI:

Dal protocollo di Intesa AIFI-FIMMG all’Albo dei Fisioterapistidi Giuseppe Fagnano, Dottore in Fisioterapia

Un Albo che garantisca noi e i nostri Pazientidi Livia Pivetta Piccinni, Dottore in Fisioterapia

Formazione Universitaria: le aspettative delusedi Mattia Marras, Dottore in Fisioterapia

Motivi e aspettative di una candidaturadi Sebastiano Genovese, Dottore in Fisioterapia

Lotta all’abusivismo professionale: e se cominciassimo…..dall’”indotto”?di Romualdo Carini, Fisioterapista e Giornalista Pubblicista – Responsabile Blog

 

QUANDO E COME SI VOTA

Per l’elezione della Commissione d’Albo Fisioterapisti dell’Ordine TSRM e PSTRP di Milano, Como, Lecco, Lodi, Monza Brianza, Sondrio, l’Assemblea elettiva è convocata:

In terza convocazione presso la Sala Laurenziana, Hotel Michelangelo, piazza Luigi di Savoia, 6, 20124,Milano, nei seguenti giorni:

I.Sabato 14/12/2019: dalle ore 09.00 alle ore 20.00

II.Domenica 15/12/2019: dalle ore 09.00alle ore 18.00

III.Lunedì 16/12/2019: dalle ore 09.00 alle ore 13.00

Il voto può essere espresso per l’intera lista, riportando nella scheda la denominazione della lista, oppure riportando tutti i nominativi compresi nella lista; il voto può, altresì, essere espresso riportando nella scheda uno o più nominativi presenti nella o nelle liste, oppure il nominativo del candidato che si presenta singolarmente.

RACCOMANDAZIONE

IL 14, 15, 16 DICEMBRE VOTATE PER CHI VOLETE VOTARE, MA SOPRATTUTTO ANDATE A VOTARE!

PER ESSERE D’ORA IN POI PROTAGONISTI E AUTORI, PER CAMBIARE E COSTRUIRE, PERCHÉ L’ALBO DIVENTI VERAMENTE UNO STRUMENTO DI TUTELA. CRESCITA, IDENTIFICAZIONE DELLA NOSTRA PROFESSIONE E DELLA NOSTRA PROFESSIONALITA’!