Menu Chiudi

Giuseppe Fagnano

Giuseppe Fagnano

Candidato Lista “FISIOTERAPISTI OGGI”

per l’Albo Fisioterapisti dell’Ordine TSRM -PSTRP di Milano, Como, Lecco, Lodi, Monza Brianza, Sondrio

 

 

DENOMINAZIONE – Nato a Genova il 9 luglio 1970. Iscritto all’Albo della professione sanitaria di Fisioterapista presso l’Ordine TSRM-PSTRP di Milano – Como – Lecco – Lodi – Monza Brianza – Sondrio al n.2853. Vive dal 2015 a Milano con la famiglia. E’ amante della musica rock e di romanzi genere spy story e avventura.

ORIGINE – Diploma di Scuola Magistrale nel 1988. Nel 1994 ha conseguito il diploma di Terapista della Riabilitazione presso la Scuola per Terapisti della Riabilitazione dell’Ospedale San Martino di Genova. Nel 2011 la Laurea in Fisioterapia presso l’Università degli Studi di Verona.

Ha esercitato la libera professione a Genova per oltre vent’anni, collaborando con importanti Enti come A.I.S.M e U.I.L.D.M. Attualmente esercita la libera professione presso la Delta Medica di Rozzano (MI) e Vivisol di Sesto San Giovanni (MI).

CONTROLLATA – Per circa undici anni si è dedicato alla causa associativa. E’ statoTesoriere di AIFI Liguria dal 2005 al 2011, ripianando i debiti lasciati dalla precedente Amministrazione e messo in sicurezza l’Associazione, con adeguate risorse economiche, così da permetterle di sopravvivere da una parte e attivare, altresì, nuove iniziative volte a valorizzare la Professione, come una campagna pubblicitaria contro l’abusivismo mediante manifesti sui mezzi pubblici della città di Genova e una Borsa di Studio di 10.000 euro presso ASL 3 Genovese per un giovane neolaureato.

E’ stato Presidente di Aifi Liguria dal 2011 al 2014. Durante il suo mandato ha promosso una politica incentrata sulla formazione sostenibile, con l’attivazione di corsi ECM gratuiti o dal costo assolutamente accessibile per gli iscritti di Aifi Liguria. Ha dato fiato e gambe alla libera professione, ideando e firmando il primo Protocollo di Intesa Aifi-Fimmg. Un protocollo che serviva a creare un canale diretto tra il Fisioterapista e il Medico di Medicina Generale: un formidabile impulso per creare nuove opportunità di lavoro. Il suddetto Protocollo è stato poi preso ad esempio e copiato da altre Regioni, come il Piemonte, l’Emilia Romagna, il Friuli Venezia Giulia, la Sicilia, la Campania.

Si è opposto nel 2011, mediante ricorso al Tar, alla Delibera Regionale n. 862, del 15 Luglio 2011, con la quale la Regione Liguria aveva, di fatto, inserito nell’organico delle Strutture residenziali, semiresidenziali e Centri diurni di 2° livello, la figura del “laureato in scienze motorie” (LSM). In data 30 gennaio 2013, con Sentenza n.ro 219/2013 il Tar della Liguria ha accolto le tesi avanzate da Aifi Liguria, ovvero il ricorso per l’annullamento della DGR 862.

Durante la sua Presidenza è riuscito a riunire tutte le Professioni sanitarie associate in un unico Coordinamento regionale (Co.RE.A.P.S. Liguria ). Di questo Coordinamento ne è stato Presidente sino a novembre del 2015. Grazie al suo impegno è riuscito a dare maggiore visibilità a tutte le Professioni sanitarie non ordinate, rafforzandone il ruolo di interlocutrici nei confronti della Regione, dell’Università e di altri soggetti. Nel 2017, a fronte di una deriva associativa che stava imperversando nella sua regione è tornato a ricoprire l’incarico di Proboviro regionale di AIFI Liguria.

Manifesto Lista FISIOTERAPISTI OGGI: “…..per un voto D.O.C.” a Denominazione di Origine Controllata