Menu Chiudi

Motivi e aspettative di una candidatura (di Sebastiano Genovese, Dottore in Fisioterapia)

Ricevi già la nostra newsletter? Se non la ricevi e sei interessata/o ai contenuti del Blog, registrati, utilizzando il box presente qui a fianco. Sarai così sempre periodicamente aggiornata/o su quanto viene pubblicato.

Motivi e aspettative di una candidatura

di Sebastiano Genovese, Dottore in Fisioterapia

Candidato Lista “FISIOTERAPISTI OGGI” per l’Albo Fisioterapisti dell’Ordine TSRM -PSTRP di Milano, Como, Lecco, Lodi, Monza Brianza, Sondrio

“…..per un voto D.O.C.”

a Denominazione di Origine Controllata

 

I motivi della mia candidatura? Sono diversi.

Come prima cosa vorrei verificare la mancanza totale di giochi politici o interessi personali nell’ambito dell’Albo in generale, soprattutto su scala nazionale; sinceramente non so, nel caso venissimo eletti, cosa mi aspetterà né a cosa andremo incontro; prevedo un contraddittorio duro, dovendo probabilmente confrontarci con una forte lobby, che ci ha sempre controllato, che ha sempre deciso cosa dobbiamo fare, come ci dobbiamo chiamare, quanto dobbiamo guadagnare, una lobby che ha sempre tenuto in mano, per anni, le redini della nostra professione.

Non è solo questo, però, il motivo di questa mia scelta. Altro motivo è contribuire, per come mi sarà possibile, a mettere ordine nella giungla delle figure, più o meno professionali, che ruotano intorno al nostro lavoro e, di conseguenza, provare anche a responsabilizzare al riguardo l’Ordine dei Medici.

Vorrei che se un medico prescrive, ad un paziente, una riabilitazione, indirizzandolo poi ad una figura professionale non normativamente riconosciuta, venga sanzionato. Patti chiari con la classe medica sono indispensabili, anche se dobbiamo evitare di metterci contro una corporazione potente come la loro; non dimentichiamoci, tanto per fare un confronto di cifre, che sono 59 i parlamentari Medici rispetto ai 2 di professione Fisioterapisti.


Per quanto più strettamente ci riguarda, occorre poi prendere atto, che la professione del Fisioterapista è andata incontro a importanti trasformazioni e miglioramenti in questi anni; i giovani lavorano con un’altra ottica; conoscono l’inglese, conoscono la statistica, si aggiornano di continuo per mezzo di corsi e pubblicazioni scientifiche. E per questi motivi, ritengo che oggi sia più che mai necessaria una integrazione tra la Fisioterapia basata sulle evidenze pratiche e la Fisioterapia basata sulle evidenze scientifiche; questo perché la nostra professione sta impegnandosi nella ricerca scientifica servendosi di linee guida costituite da ricerche e revisioni, non più con protocolli vecchi di anni.

E proprio in riferimento a questo stato di cose, penso allora che sia fondamentale costituire, all’interno dell’Albo, una Commissione specifica al riguardo, composta da giovani e da meno giovani, che approfondisca il problema e proponga indirizzi formativi utili per il nostro lavoro.

L’Albo, a mio parere, dovrà inoltre assolutamente impegnarsi sul piano burocratico, legale e formativo in particolare: basta ritrovarci con una miriade di corsi aperti anche a figure non sanitarie, questo non deve più succedere.

Non devono più esserci “venditori di fumo”, che promettono premi o assunzioni, che fanno corsi copia/incolla, o “Docenti” che insegnano materie e tecniche con le quali non hanno mai lavorato. Se io organizzo un corso di aggiornamento sul trattamento dell’emiplegico e poi si scopre che non ho fatto neanche un giorno di lavoro su questa patologia, sono quanto meno un imbroglione, che esperienza posso trasmettere?

Tra le professioni sanitarie siamo quella con più abusivi, e stiamo parlando di salute delle persone, non di tagliare i capelli (con tutto il rispetto per i parrucchieri). E’ anche in questo caso più che mai necessario impegnarsi, per combattere questa piaga e difendere il nostro lavoro, soprattutto per i colleghi giovani. Per farlo si dovrà attivare, nell’Albo, uno sportello, che permetta di segnalare le situazioni abusive in maniera ANONIMA, la responsabilità di verifica delle quali, tramite gli organi competenti, sarà dell’Albo stesso, esattamente come succede negli Ordini e negli Albi di tante altre professioni.


Altro problema di primaria importanza, secondo me, è quello dell’orientamento professionale. L’Albo e poi l’Ordine, quando ci sarà, si deve prendere carico di organizzare incontri con i neolaureati, incontri tenuti da colleghi che lavorano nei vari settori della riabilitazione, in modo da aiutare queste giovani leve a chiarirsi le idee, ad orientarsi nelle scelte, a non farsi false illusioni. Insisto con i giovani, perché noi, che siamo “diversamente giovani”, che stiamo aspettando da 40 anni questo Albo…..ne abbiamo viste di tutti i colori.

Con la nostra lista, “ FISIOTERAPISTI OGGI”, che si candida per Milano, Como, Lecco, Lodi, Monza Brianza, Sondrio, vorremmo che, quando tra un po’ saremo magari noi ad avere bisogno di fisioterapia, i colleghi, a cui affideremo i nostri malanni (e naturalmente la nostra ripresa), tra una rieducazione al passo ed un trattamento al rachide siano contenti della loro professione.

 

DENOMINAZIONE – Nato a Palermo il 16 ottobre 1959. Iscritto all’Albo della professione sanitaria di Fisioterapista presso l’Ordine TSRM-PSTRP di Milano – Como – Lecco – Lodi – Monza Brianza – Sondrio al n.1141. Vive a Segrate (MI) con la moglie. Ama viaggiare, quando gli è possibile, e la musica. Ex Sergente del Corpo dei Granatieri di Sardegna, è abituato a dire senza problemi sempre ciò che pensa, in particolare sui social.

ORIGINE – Ha frequentato il Corso per Terapisti della Riabilitazione presso l’Università degli Studi di Milano, terminando gli studi nel 1982. Successivamente ha conseguito la Laurea in Fisioterapia.

Dal 1983 al 1987 ha svolto attività libero-professionale presso vari Centri; dal 1987 al 2002 è stato dipendente di ruolo, prima a tempo pieno, successivamente part time, presso il Centro Traumatologico Ortopedico (CTO) di Milano, ha ripreso poi l’attività libero-professionale. Dal 1998 al 2002 Fisioterapista della Rappresentativa Italiana Lega Calcio. Dal 2002 ad oggi è Fisioterapista presso AC Milan spa e dal 2008 conduce uno Studio di Fisioterapia presso Mediaset spa a Cologno Monzese.

CONTROLLATA – Nel 1991 ha ricoperto il ruolo di Professore a Contratto, presso l’Università degli Studi di Milano, per il Corso di aggiornamento professionale in “traumatologia dello sport e massaggio sportivo”. Dal 1988 al 1993 è stato Docente di Chinesiologia, Tecniche Massoterapiche, Fisioterapia dello Sport presso il Corso per Terapisti della Riabilitazione sempre di detta Università. Docente in vari corsi ECM riguardanti la fisioterapia nello sport. Correlatore in diverse tesi di laurea.

PER SAPERNE DI PIU’ SU PROGRAMMA E ALTRI CANDIDATI:

Manifesto Lista FISIOTERAPISTI OGGI: “…..per un voto D.O.C.” a Denominazione di Origine Controllata

ARTICOLI CORRELATI:

Dal protocollo di Intesa AIFI-FIMMG all’Albo dei Fisioterapistidi Giuseppe Fagnano, Dottore in Fisioterapia

Un Albo che garantisca noi e i nostri Pazienti di Livia Pivetta Piccinni, Dottore in Fisioterapia

Formazione Universitaria: le aspettative delusedi Mattia Marras, Dottore in Fisioterapia

Formazione Universitaria: le aspettative da soddisfaredi Tiziana Nava, Dottore in Fisioterapia

Lotta all’abusivismo professionale: e se cominciassimo…..dall’”indotto”?di Romualdo Carini, Fisioterapista e Giornalista Pubblicista – Responsabile Blog

QUANDO E COME SI VOTA

Per l’elezione della Commissione d’Albo Fisioterapisti dell’Ordine TSRM e PSTRP di Milano, Como, Lecco, Lodi, Monza Brianza, Sondrio, l’Assemblea elettiva è convocata:

In terza convocazione presso la Sala Laurenziana, Hotel Michelangelo, piazza Luigi di Savoia, 6, 20124,Milano, nei seguenti giorni:

I.Sabato 14/12/2019: dalle ore 09.00 alle ore 20.00

II.Domenica 15/12/2019: dalle ore 09.00alle ore 18.00

III.Lunedì 16/12/2019: dalle ore 09.00 alle ore 13.00

Il voto può essere espresso per l’intera lista, riportando nella scheda la denominazione della lista, oppure riportando tutti i nominativi compresi nella lista; il voto può, altresì, essere espresso riportando nella scheda uno o più nominativi presenti nella o nelle liste, oppure il nominativo del candidato che si presenta singolarmente. Presentarsi con un documento di identità valido.

RACCOMANDAZIONE

IL 14, 15, 16 DICEMBRE VOTATE PER CHI VOLETE VOTARE, MA SOPRATTUTTO ANDATE A VOTARE!

PER ESSERE D’ORA IN POI PROTAGONISTI E AUTORI, PER CAMBIARE E COSTRUIRE, PERCHÉ L’ALBO DIVENTI VERAMENTE UNO STRUMENTO DI TUTELA. CRESCITA, IDENTIFICAZIONE DELLA NOSTRA PROFESSIONE E DELLA NOSTRA PROFESSIONALITA’!